News

NUOVA SABATINI - Sostegno agli investimenti in ben

Beneficiari Piccole e Medie Imprese (PMI) con sede operativa in Italia, ad esclusione di alcuni specifici settori (attività finanziarie ed assicurative, attività connesse all’esportazione nel caso di interventi subordinati all’impiego preferenziale di prodotti interni rispetto ai prodotti di importazione). Spese Ammissibili Macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali, classificabili, nell'attivo dello stato patrimoniale, alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4, dell'art. 2424 del codice civile, e destinati a strutture produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale e di importo unitario non inferiore a € 500,00 + IVA. Sono esclusi interventi di mera sostituzione. Si sottolinea che oltre alle consuete fattispecie (creazione di una nuova unità produttiva; ampliamento; diversificazione della produzione; cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo) l’agevolazione interviene anche nel caso di acquisizione di rami d’azienda ovvero di attivi direttamente connessi ad una unità produttiva, purché chiusa o a rischio di chiusura. I progetti, di importo non inferiore a € 20.000,00, devono essere avviati successivamente alla presentazione della domanda e concludersi entro 12 mesi dalla data di stipula del finanziamento. Agevolazione Contributo concesso a fronte di un finanziamento ovvero di un leasing erogato da istituti di credito o intermediari finanziari ed equivalente all’abbattimento del tasso di interesse convenzionale, pari al 2,75%, attualizzato per una durata massima pari a 5 anni. ES: il contributo è pari a circa € 7.700,00 per ogni 100mila euro di finanziamento/leasing. L’ultima Legge di Stabilità ha previsto una maggiorazione del contributo, che diventerebbe così pari a 3,575%, nel caso il bene sia riconducibile ad una tecnologia “Industria 4.0”; è questo il caso, ad esempio, di investimenti per big data, cloud computing, banda ultralarga, cyber-security, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, RFID, sistemi per il tracciamento e la pesatura dei rifiuti. ES: il contributo è pari a circa € 10.000,00 per ogni 100mila euro di finanziamento/ leasing. Tale agevolazione è cumulabile con l’intervento del Fondo Centrale di Garanzia, nella misura massima dell’80% dell’ammontare del finanziamento erogato dall’istituto bancario, nonché con le norme definite “Iper” e “Super” Ammortamento. Modalità di presentazione della domanda La domanda di accesso al contributo, corredata di tutti gli allegati previsti, deve essere presentata dall’azienda all’intermediario finanziario convenzionato contestualmente alla richiesta di finanziamento o leasing. La procedura prevede l’impiego di firma digitale e PEC ed è stata riaperta il 2 gennaio 2017 dopo un periodo di interruzione per esaurimento delle risorse disponibili.