News

CREDITO D'IMPOSTA 2019

                                  Agevolazioni in credito d’imposta per investimenti in R&ST e Innovazione 2015-2020
Beneficiari

Tutte le imprese ubicate sul territorio nazionale, indipendentemente dalla dimensione aziendale.
Agevolazione
La Legge di Bilancio 2019 ha introdotto un bonus fiscale che per tutto il 2019 è pari al 25% o 50% del valore incrementale degli investimenti in R&S rispetto alla media dei tre esercizi 2012-2013-2014 (periodo di riferimento fisso per tutti gli anni di calcolo del beneficio), con un limite minimo di spese iscritte a Bilancio di € 30.000 e con un limite di credito d'imposta massimo di € 10.000.000.
Investimenti ammissibili
Il credito d’imposta agevola le spese sostenute per attività di Ricerca Industriale e Sviluppo Precompetitivo evidenziate nei bilanci relativi agli esercizi 2015, 2016, 2017, 2018, 2019 e 2020.
Spese ammissibili
Sono ammissibili le attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale finalizzate a innovare i prodotti e/o i processi aziendali.
Ai fini della determinazione del credito il beneficio fiscale relativamente all’esercizio 2019 si applica sulle seguenti voci di spesa secondo la griglia seguente in rapporto alla media storica delle spese di R-S :
a) il 50% per le spese del Personale impiegato nell'attività di R&S, in possesso di laurea magistrale in discipline tecnico-scientifiche ovvero senza particolari titoli di studio ma con mansioni tecniche, purchè dipendente subordinato;
b) il 50% per le Quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, in relazione alla misura e al periodo di utilizzo per l'attività di R&S, con costo unitario non inferiore a € 2.000;
c) il 50% per i Contratti di ricerca stipulati con Università, enti di ricerca e organismi equiparati (incluse le “start-up e PMI innovative”) ed il 25% per i Contratti con singoli professionisti ed altre imprese;
d) il 25% per le Competenze tecniche e privative industriali (brevetto, marchio, modello, ecc.), anche acquisiti da fonti esterne. Tra le competenze tecniche rientrano spese di personale con rapporto di collaborazione, anche tramite partita IVA.

Sono inoltre rendicontabili ai fini del Credito d’Imposta anche i compensi degli Amministratori impegnati nelle attività di R&S.
Il credito è automatico, deve essere indicato nella relativa dichiarazione dei redditi ed è utilizzabile in compensazione con F24 su tutte le voci utili (es: contributi e IVA), a partire dalla data in cui viene adempiuto l’obbligo di certificazione. L’impresa è inoltre tenuta a predisporre una relazione tecnica illustrativa del progetto o dei progetti di ricerca e sviluppo intrapresi.

I controlli avverranno sulla base di apposita documentazione contabile, che dovrà essere certificata dal revisore legale o, in sua assenza, da un professionista indipendente (in questo caso i costi per l'attestazione saranno agevolabili al 100%, fino a un massimo di € 5.000).